Monthly Archives: febbraio 2018

I giochi in uscita nella settimana dal 26 febbraio al 4 marzo

È una settimana un po’ scarica di giochi inediti, quella che è appena cominciata, con titoli concentrati unicamente nella giornata di martedì 27 febbraio, tra cui spicca Gravel, la nuova IP di Milestone. Diamo uno sguardo veloce a tutti i giochi in uscita nei prossimi 7 giorni, precisamente dal 26 febbraio al 4 marzo, grazie ad un comodo elenco puntato:


Martedì 27 febbraio

  • Mulaka per PS4, Xbox One e Switch
  • Puyo Puyo Tetris per PC
  • de Blob 2 per PS4 e Xbox One
  • Moss per PS4
  • Gravel per PS4, Xbox One e PC

Metroid prime 4 – [rumor] Bandai namco non sarebbe al timone dello sviluppo

Da tempo si parla di Bandai Namco Studios Singapore come team incaricato di sviluppare Metroid Prime 4, nuovi rumor però sembrano smentire parzialmente questa indiscrezione.


Secondo quanto riportato da EasyAlliesBandai Namco Studios Singapore non sarebbe attualmente al timone dello sviluppo, il team in questione starebbe lavorando su Metroid Prime 4 ma solamente in un ruolo di supporto, aiutando probabilmente uno studio interno di Nintendo non meglio specificato.





Al momento, niente di quanto riportato è stato confermato da Nintendo e Bandai Namco, allo stato attualee non è chiaro chi stia effettivamente sviluppando Metroid Prime 4, restiamo quindi in attesa di chiarimenti in merito.

Gran Turismo Sport – Disponibile l’aggiornamento 1.13 e 12 nuove vetture

Oggi Polyphony Digital ha pubblicato un nuovo aggiornamento per Gran Turismo Sport che porta il software alla versione 1.13. Le dimensioni della patch sono di 2,698 GB. 

 

L’update include tre eventi per la GT League, nuove corse per la Sunday Cup, Clubman Cup, Premium Sports League e Porsche Cup, oltre a dodici vetture: 

  • Alpine A110 1600 S ’72 (N 100)
  • Alpine A110 Première Édition ’17 (N 300)
  • Audi R 8 4.2 FSI R tronic ’07 (N 400)
  • De Tomaso Pantera ’71 (N 300)
  • Dodge Challenger R/T ’70 (N 400)
  • Ford Mustang Mach 1 ’71 (N 300)
  • Gran Turismo F1500T
  • A (Gr. X)
  • Lamborghini Aventador LP700
  • 4 ’11 (N 700)
  • Subaru WRX STI Isle of Man Time Attack Car ’16 (Gr. X)
  • Subaru Falken Tire/Turn 14 Distribution BRZ ’17 (Gr.X)
  • Toyota SUPRA 3.0 GT Turbo A ’88 (N 300)
  • Toyota MR 2 GT-S ’97 (N 200)

A corredo della notizie trovate una serie di immagini e due video che mostrano le novità. 

 

Apple iPhone X Plus – Uscirà entro la fine del 2018

All’inizio di quest’anno, Ming-Chi Kuo, analista di KGI Securities Apple, ci ha detto di aspettarsi tre nuovi modelli di iPhone per il 2018. L’iPhone X Plus sarà il diretto succesore dell’attuale iPhone X, con un pannello OLED di “soli” 5,8 pollici. Il nuovo modello sarebbe infatti fornito di un display da 6,5 ​​pollici, mentre l’iPhone 9 sarà dotato di uno schermo LCD da 6,1 pollici. A differenza degli altri due modelli, l’iPhone 9 sfoggia una sola fotocamera sul retro e non supporta il 3D Touch; tutti e tre i modelli dovrebbero essere dotati di con TrueDepth Camera e Face ID.


Bloomberg avrebbe in queste ore confermato la cosa, rivelando che Apple presenterà alla fine di quest’anno le sue ultime novità. Il nome in codice del nuovo iPhone X Plus sarebbe D33 e l’enorme display OLED da 6,5 ​​pollici avrebbe una risoluzione di 1242 x 2688. Ciò fornirebbe allo schermo una densità di pixel di 455ppi, vicino alla lettura di 459ppi sul iPhone X.

Non ci resta quindi che attendere una conferma ufficiale – o una secca smetita – relativamente alla cosa: vi terremo aggiornati.

Asus – Presenta la linea Zenfone

In quella che si pone come una vera e propria sfida nei confronti di iPhone X, Asus ha presentato al World Mobile Congress i nuovi modelli di Zenfone 5. Parliamo di Zenfone 5, Zenfone 5Z, Zenfone 5 Lite e Zenfone 5 Max. Caratterizzato da un design molto vicino a quello di iPhone X, Zenfone 5Z offrirà caratteristiche avanzate a un prezzo relativamente popolare, a partire da 479 euro. Si tratta di un dispositivo con touch screen da 6,2 pollici, quasi completamente all-screen (a parte il “notch” in stile iPhone X, appunto), chipset Snapdragon 845, 8 GB di RAM e 256 GB di storage, nonché una doppia fotocamera smart con apertura focale f/1.8 per la primaria e grandangolo da 120° per la secondaria, con stabilizzatore ottico.






Zenfone 5 vanta le medesime caratteristiche a parte il chipset e la RAM: il primo è uno Snapdragon 636, la seconda ammonta a 6 GB. Inferiore anche lo storage di base, pari a 128 GB.


Per quanto riguarda invece Zenfone 5 Lite e Zenfone Max, parliamo di terminali dotati di schermo rispettivamente da 6 e 5,5 pollici. Il primo dispone di una doppia fotocamera posteriore da 16 megapixel, il secondo da 20 megapixel. Zenfone 5 Lite monta un chipset Snapdragon 630 e batteria da 3300 mAh, mentre è da 4000 mAh quella dello Zenfone Max.

Square Enix – registra il marchio Idol Fantasy

Lo sviluppatore e produttore giapponese Square Enix ha recentemente depositato un nuovo marchio relativo a una presunta nuova IP. Stiamo parlando di “Idol Fantasy”, nome che ovviamente lascia trapelare ben poco circa le specifiche del gioco. Al momento non è quindi stato reso noto nello specifico di cosa potrebbe trattarsi, sebbene in molti abbiano ipotizzato che Square ha in mente proprio un qualche tipo di rythm game o titolo musicale dedicato alla saga di Final Fantasy. Rimanete sintonizzati per sapere le ultime news…

PUBG – Settimana di test per il nuovo sistema di matchmaking

Il sistema di matchmaking di PlayerUnknown’s Battlegrounds sta per ricevere un aggiornamento gradito, almeno stando all’ultimo annuncio di PUBG Corp..
Lo scorso dicembre, il team di sviluppo ha preso in considerazione l’introduzione di un limite massimo di ping, ma ritiene necessario intervenire ancora una volta per affinare il sistema rendendolo ancora migliore. “A differenza di quanto fatto in precedenza, divideremo il pool di matching in base al ping,” ha affermato un nuovo post sul blog di PUBG Corp.”. Ciò significa che gli utenti con ping inferiori avranno priorità durante il matchmaking. Il team, dunque, punta a potenziare l’esperienza di gioco complessiva dei giocatori dividendo il matching in varie fasce, anziché “limitare la connessione in base al ping”. Le fasi di test interni sono attualmente in corso per capire come si comporterà il nuovo metodo di matchmaking. Le prime prove in programma dovrebbero prendere il via già nel corso di questa settimana.


Il post sul blog ha anche chiarito che lo sviluppo di alcune nuove funzionalità ha subito dei ritardi a causa dell’imponente presenza di cheater nel titolo, cosa che ha appunto impegnato la squadra sugli sforzi anti-cheat, sottraendo energie e risorse preziose alla tabella di marcia. Per questo motivo, la roadmap 2018 dedicata allo sviluppo (che doveva essere svelata in questi giorni) è stata rinviata a marzo. Inoltre, dovrebbe essere in arrivo anche una nuova patch per i server di test che si concentrerà sulla correzione di diversi bug e sull’ottimizzazione per il gioco, tra cui la rimozione della capacità del giocatore di vedere all’interno dell’aereo di spawn nel tentativo di migliorare le prestazioni del client e la stabilità dei server.

“La fruizione di PUBG rimane la nostra priorità”, ha affermato PUBG Corp. “Continueremo a fare del nostro meglio per migliorare e mantenere il giusto ecosistema, ottimizzare il gioco e fornire nuovi contenuti per gli utenti.”

EA – Abbassate i forconi, niente microtransazioni in Burnout Paradise Remastered

Dopo l’annuncio delle scorse ore, Burnout Paradise Remastered ha fatto la sua prima comparsa nei rivenditori online per PC, PS4 e Xbox One. Qualche utente, però, aveva notato che nella descrizione del gioco si faceva riferimento ad acquisti in-game opzionali, ossia a microtransazioni. Considerando il polverone che EA ha già vissuto, abbastanza di recente, con il caso Star Wars: Battlefront 2, non ci si stupisce all’idea che la questione stesse già sollevando qualche polemica da parte dei giocatori interessati a comprare il gioco.


A chiarire la situazione è stato Ben Walke di Ghost Games, che ha smentito la cosa per conto di EA con un tweet comparso sul suo profilo: «la pagina di rivendita di Burnout Paradise che fa riferimento a ‘acquisti in-game opzionali’ è un errore. Non ci sono microtransazioni, né nessun contenuto aggiuntivo a pagamento. Abbassate i forconi, per favore» sono state le sue parole.
Il tweet di conferma:


Vi ricordiamo che Burnout Paradise Remastered è atteso per il 16 marzo su PC, PS4 e Xbox One.

Total War Rome II – Nuovi dettagli sul Culture Pack Desert Kingdoms

Sega e The Creative Assembly, tramite un comunicato stampa, hanno diffuso ulteriori dettagli riguardanti le fazioni dei Desert Kingdoms, in arrivo su Total War: Rome II l’8 marzo. Il Culture Pack Desert Kingdoms introduce quattro nuove fazioni giocabili: i regni di Kush, Saba e Nabatea, appartenenti alle subculture africane/arabe, e i Masaesyli della Numidia. Ogni fazione offre un ventaglio unico di unità e peculiarità militari, con catene di costruzione e alberi della tecnologia differenti. Oltre al Culture Pack Desert Kingdoms, un aggiornamento gratuito alla versione base di Total War: Rome II permetterà ai giocatori di vestire i panni di nuovi generali e leader di fazione come Cleopatra e Teuta. Oltre a questi leader, altre importanti figure femminile sono state aggiunte a tutte le campagne e a ogni fazione.


FIFA 18 – Aaggiornamento 1.10 scopriamo le novità

Con la stagione calcistica che sta entrando nella sua fase cruciale, anche FIFA 18 è sempre molto popolare tra gli appassionati di pallone. EA ha di recente reso disponibile l’aggiornamento 1.10 e il nostro Dr Whi7es, esperto in materia, ha deciso di sviscerare in un apposito video tutte le novità che esso propone—dai cambiamenti per FUT Champions ad alcuni nuovi volti aggiornati per diversi atleti.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi